Alkapur filtro per acqua alcalina

UNA SANA INFORMAZIONE

Aiuta sempre a fare le scelte migliori.

logo alkapur piccolo

RISPONDE

La prima cosa da fare è immergere completamente il filtro nell’acqua, per almeno 20 minuti. Questo è necessario per attivare tutti gli strati e materiali carboniosi che compongono il medium filtrante Aquaspace®. E’ necessario inoltre fare un controlavaggio capovolgendo il filtro in modo che l’acqua entri anche dalla parte inferiore, scuotendolo per far uscire la polvere di carbone attivo e residui di lavorazione; bisogna scuotere bene il filtro mentre l’acqua scorre sia in un verso che nell’altro. Il filtro va risciacquato velocemente sopra e sotto ad ogni uso successivo.
Leggere bene le “Istruzione per l’uso”.

Il Ph è rilevabile da subito già dal primo litro; consigliamo di utilizzare uno strumento idoneo oppure un test liquido. Le cartine di tornasole comunemente in commercio, non sono attendibili per misurare il Ph dell’acqua. Suggeriamo comunque di ripetere la misurazione (che inevitabilmente scenderà con l’utilizzo ed il passaggio dell’acqua) anche nelle settimane successive per capire quanto velocemente scende il Ph e per valutare così la qualità di base dell’acqua.

La capacità di ossidoriduzione (ORP) è rilevabile solamente con uno strumento chiamato redoximetro. Il filtro è studiato per arrivare ad un potenziale Redox di -500 Mv calcolabili solamente dalla cifra di partenza. Se un utente ha l’acqua a +260 (carica positiva) potrà arrivare ad un valore di -240 (carica negativa).

Questo succede sempre con ogni nuovo filtro: i primi litri sono leggermente torbidi. La polvere grigia è un residuo di lavorazione dei carboni attivi, di origine vegetale, ma totalmente innocua per la salute umana.

Il passaggio dell’acqua attraverso il dispositivo ad anelli ceramici ristruttura i Cluster da 15 molecole a 5/6, conferendo una carica elettrica negativa di -500 mv, il che significa che il calcio naturalmente presente nell’acqua viene ionizzato e reso disponibile nella forma corretta per essere utilizzato nelle reazioni biochimiche nel corpo umano.
Quello che si vede depositato sulle pareti di vetro (o di plastica) della caraffa non è altro che una parte di calcio ionizzato che avendo carica elettrica negativa viene attratto dalle pareti di vetro, che al contrario hanno carica positiva.
Questo meccanismo lascia un residuo bianco/grigio sulle pareti della caraffa, evidenziando che l’acqua è viva e che il calcio e gli altri minerali sono diventati biodisponibili.
La caraffa è da pulire con un pò di acqua non filtrata e aceto, oppure acqua e mezzo limone.

Il medium filtrante Aquaspace® non è progettato per ridurre il residuo fisso dell’acqua, meglio conosciuto come TDS (acronimo di solidi totali disciolti, la maggior parte dei quali ha come peculiarità una dimensione molecolare più grande).
Il filtro Alkapur non è efficace per i TDS in generale, ma in qualche caso funziona.
Facciamo due esempi pratici: se prendiamo il piombo, che è un solido che può sciogliersi completamente nell’acqua, il medium filtrante Aquaspace® funziona benissimo! Nel caso del ferro, invece, anch’esso completamente solubile in acqua… il medium filtrante Aquaspace® fa un grande lavoro fino a quando tutte le “parti filtranti” create apposta per fermarlo si riempiono completamente; a quel punto il filtro Alkapur smette di funzionare! Per il ferro, quindi, riduciamo il TDS, ma soltanto per poco tempo.
L’esempio del ferro apre la questione di un filtraggio più radicale dell’acqua, che richiede un vero e proprio pre-filtro aggiunto al sistema in modo da non paralizzare il filtro Alkapur.
La capacità filtrante di Alkapur riguarda invece il 100% di TDS di MINERALI ESSENZIALI per il nostro organismo (nell’acqua filtrata nei tre mesi di attività del filtro) e il 99,9% del piombo e del cloroformio.

No, non ci sono rischi per la salute poiché si tratta di acqua pura e viva ed energizzata in modo naturale. Tuttavia, siccome l’acqua ionizzata e alcalina svolge un’azione solvente sulle scorie accumulate nell’organismo, che vengono rimesse in circolazione, consigliamo di non bere troppa acqua alcalina o comunque sotto stretta sorveglianza di un medico, almeno per il periodo iniziale, per consentire all’organismo di smaltire le scorie un po’ alla volta.

Il filtro Alkapur funziona per quanto riguarda la purezza dell’acqua, i metalli pesanti, i VOC, il Gas RADON, i Pfos e PFOA; funziona meno per il Ph – più alto il contenuto di calcare, meno alto sarà il Ph (mai sotto il livello Basico del 7).

Nonostante il filtro Alkapur sia visibilmente composto da “plastica”, il medium filtrante Aquaspace® al suo interno non può essere riciclato quindi è da smaltire nel secco.

No. I tre mesi sono il massimo utilizzabile per la carica batterica, a meno che l’acqua non venga usata per annaffiare le piante.

SUBSCRIBE
Weekly newsletter

Questo sito web utilizza cookies per permettere la corretta navigabilità del sito e per i servizi ad esso connessi. Clicca sul bottone 'Accetto Cookie' per proseguire la corretta navigabilità.

Cookie settings

Qui sotto puoi scegliere quale tipo di cookie permetti su questo sito. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaleIl nostro sito Web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito Web.

AnaliticiIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzare ai fini di a.o. l'usabilità.

Social mediaIl nostro sito Web inserisce cookie sui social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

PubblicitàIl nostro sito Web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti annunci pubblicitari di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito Web inserisce cookie di terze parti di altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.

[wpca_cc_settings_btn_default_sett]