Disidratazione renale

Disidratazione e possibili danni ai reni

L’acqua aiuta a dissolvere minerali e sostanze nutritive, rendendoli più accessibili al corpo. Aiuta anche a rimuovere i prodotti di scarto.

I reni svolgono un ruolo chiave nel bilanciamento dei livelli di liquidi.

Queste due funzioni rendono l’acqua vitale per i reni.

Ogni giorno, i reni filtrano circa 120-150 litri di liquido.

Di questi, circa 1-2 litri vengono rimossi dal corpo sotto forma di urina e il resto viene recuperato dal flusso sanguigno.

L’acqua è essenziale per il funzionamento dei reni.

Se i reni non funzionano correttamente, i prodotti di scarto e i liquidi in eccesso possono accumularsi all’interno del corpo.La malattia renale cronica non trattata può portare a insufficienza renale. Gli organi smettono di funzionare ed è necessaria la dialisi o il trapianto di rene.

Le infezioni del tratto urinario (UTI) sono il secondo tipo più comune di infezione nel corpo. Rappresentano circa 8,1 milioni di visite agli operatori sanitari negli Stati Uniti ogni anno.

Se le infezioni si diffondono al tratto urinario superiore, compresi i reni, possono verificarsi danni permanenti. Le infezioni renali improvvise o acute possono essere pericolose per la vita, in particolare se si verifica la setticemia.

Bere molta acqua è un modo semplice per ridurre il rischio di sviluppare un’infezione delle vie urinarie e per aiutare a trattare un’infezione delle vie urinarie esistente.

I calcoli renali interferiscono con il funzionamento dei reni. Quando presente, può complicare le infezioni delle vie urinarie. Queste infezioni delle vie urinarie complicate tendono a richiedere periodi più lunghi di antibiotici per trattarle, in genere della durata di 7-14 giorni.

La principale causa di calcoli renali è la mancanza di acqua. Le persone che li segnalano spesso non bevono la quantità giornaliera raccomandata di acqua. I calcoli renali possono anche aumentare il rischio di malattia renale cronica .

Nel novembre 2014, l’American College of Physicians ha emesso nuove linee guida per le persone che hanno precedentemente sviluppato calcoli renali. Le linee guida affermano che aumentare l’assunzione di liquidi per consentire 2 litri di minzione al giorno potrebbe ridurre il rischio di recidiva di calcoli di almeno la metà senza effetti collaterali.

La disidratazione si verifica se usiamo e perdiamo più acqua di quella assorbita dal corpo. Può portare a uno squilibrio negli elettroliti del corpo. Gli elettroliti, come potassio , fosfato e sodio, aiutano a trasportare i segnali elettrici tra le cellule. I reni mantengono stabili i livelli di elettroliti nel corpo quando funzionano correttamente.

Quando i reni non sono in grado di mantenere un equilibrio nei livelli di elettroliti, questi segnali elettrici si confondono. Questo può portare a convulsioni, che comportano movimenti muscolari involontari e perdita di coscienza.

Nei casi più gravi, la disidratazione può portare a insufficienza renale, che può essere pericolosa per la vita. Le possibili complicanze dell’insufficienza renale cronica includono anemia, danni al sistema nervoso centrale, insufficienza cardiaca e un sistema immunitario compromesso.

Bere, in modo consapevole per rimanere idratati sempre.

 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito web utilizza cookies per permettere la corretta navigabilità del sito e per i servizi ad esso connessi. Clicca sul bottone 'Accetto Cookie' per proseguire la corretta navigabilità.

Cookie settings

Qui sotto puoi scegliere quale tipo di cookie permetti su questo sito. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaleIl nostro sito Web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito Web.

AnaliticiIl nostro sito Web utilizza cookie analitici per consentire di analizzare il nostro sito Web e ottimizzare ai fini di a.o. l'usabilità.

Social mediaIl nostro sito Web inserisce cookie sui social media per mostrarti contenuti di terze parti come YouTube e FaceBook. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

PubblicitàIl nostro sito Web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti annunci pubblicitari di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito Web inserisce cookie di terze parti di altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.

[wpca_cc_settings_btn_default_sett]